“Songe de Platon”, “Aventure Indienne”, “Cosi-Sancta”, di Voltaire

presentazione-traduzione-sergio-piscopo

Sinossi

Nel boccaccesco racconto Cosi-Sancta (1746), testo fintamente mutuato da La Città di Dio di Sant’Agostino, la protagonista si troverà, suo malgrado, a tradire suo marito per ben tre volte, nonostante le sue intenzioni fossero sempre state virtuose, Cosi-Sancta dovrà svelare un arcano, rispondendo a un quesito alquanto singolare: può da un piccolo male derivare un grande bene?

Ne Il Sogno di Platone (1756), Voltaire immagina che il filosofo ateniese abbia avuto un sogno, nel quale fantastica di una ipotetica diatriba scaturita tra i geni che hanno creato i vari pianeti. Uno di questi deride con malizia Demogorgone, il creatore della Terra, rinfacciandogli di aver plasmato un pianeta imperfetto. La sentenza del grande Demiurgo, nondimeno, risulta essere una lezione piuttosto pungente, accompagnata da una scarsa dose di modestia.

Nella Avventura indiana (1766), il filosofo parigino ci racconta di un Pitagora sventurato, che trovandosi in India, assiste al supplizio di due giovani indiani, condannati al rogo per aver dubitato della sostanza di due divinità indù. Tuttavia, riuscirà a salvarli. Eppure, per scherzo del fato, non riuscirà a salvare sé stesso, e la lapidaria chiosa finale porta con sé un’amara ironia: “si salvi chi può!”.

È possibile acquistare l’e-book a soli 0,99 euro su tutti gli store online (Amazon, Bookrepublic, Youcanprint).
Disponibile anche in versione cartacea qui.

cart

Il traduttore – Sergio Piscopo

sergio-piscopo

Sono Sergio, ho trent’anni e mi ritengo, da sempre, uno scribacchino, o meglio, uno scrivente. Non ho fatto della scrittura o della traduzione la mia professione d’elezione, in quanto mi trovo, attualmente, all’inizio di un percorso abbastanza interessante e diversificato, che mi ha portato lontano dai miei “rifugi esistenziali”. Grande appassionato di musica classica, soprattutto di musica lirica, scrivo un articolo al mese per il blog di Annarita Tranfici “In Nomine Artis – Il Ritrovo degli Artisti“, dove presento un’opera lirica, generalizzandone i contenuti e le tematiche, correlandovi un brano rappresentativo del capolavoro che, di volta in volta, presento. Ho già avuto una esperienza editoriale, con la traduzione di un romanzo di Anatole France (Taide), il che mi ha spinto a ritornare sui miei passi letterari. I miei studi sono stati anch’essi abbastanza caleidoscopici: dopo una triennale basata essenzialmente su studi letterari, la magistrale si è presentata come l’altra faccia della medaglia, basandosi su studi linguistici e di traduzione specializzata. In questo momento della mia vita, ho appena cominciato un dottorato di ricerca fondato sullo studio della terminologia nel settore economico-giuridico, senza mai dimenticare la mia viscerale passione per la letteratura, uno dei miei primi e indimenticabili amori. La letteratura mi ha aiutato a prendere coscienza di me, e spesse volte, mi ritrovo a ripetermi di essere nato nel secolo sbagliato…

E-mail: serpiscopo AT gmail.com

RASSEGNA STAMPA

Sergio Piscopo, traduttore e dottorando di “La bottega dei traduttori”, nell’intervista di Giulia Mastrantoni (Gli scrittori della porta accanto)

Viva l’arte della traduzione (Mi nutro di storie)

Cosi-Sancta – Il Sogno di Platone – Avventura indiana (Foresta di carta)

Presentazione: “Cosi-Sancta, Il Sogno di Platone, Avventura indiana” di Voltaire (Café Littéraire da Muriomu)

Recensione “Classici da (ri)scoprire” di Voltaire (Café Littéraire de Muriomu)

Caffè con Voltaire (Last century girl)

#Leggere Voltaire e il progetto de La Bottega dei Traduttori (Paroleombra)

Il sogno di Platone, Avventura Indiana, Così-Sancta: tre racconti di Voltaire – Tradotto da Sergio Piscopo » Recensione (Vento di libri)

Annunci