Dire quasi la stessa cosa: Stefania Marinoni e Mario Benedetti

giacomo verri

0013websize

Chi di Noi (Mario Benedetti, Nottetempo, 2016) la traduzione che a oggi mi ha riservato maggiori soddisfazioni, non ultima quella di essere ospitata su questa rubrica. Sebbene sulle scelte linguistiche che mi hanno guidato ci sarebbe molto da dire, credo che il mio rapporto con questo testo non si riduca al “mero” lavoro di traduzione ma debba includere una serie di riflessioni su ciò che è venuto prima e soprattutto dopo. Per non dilungarmi (e annoiarvi), ho deciso di articolare il discorso intorno ad alcuni concetti che riassumono la mia esperienza benedettiana.

RESPONSABILITÀ

Non è facile tradurre un autore come Mario Benedetti, DOPO il successo della Tregua e DOPO la traduzione di Francesco Saba Sardi, PER Nottetempo, che su Benedetti ha scommesso e atteso con la fiducia di chi sa di aver tra le mani un grande autore. La traduzione italiana della Tregua, a cura di Saba Sardi, è…

View original post 636 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...