Un classico è un libro che non ha mai finito di dire quel che ha da dire.

Sull’ispirazione di questa e di altre celeberrime citazioni del genio di Italo Calvino in “Perché leggere i classici“, diamo vita a questa nuova rubrica dedicata appunto ai classici più belli di tutti i tempi, classici che non andrebbero letti solo una volta ma più e più volte, per coglierne appieno la bellezza, la forza dei messaggi di cui si fanno portatori e il significato che si cela dietro quelle parole magistralmente composte. Noi della community saremo qui a proporvi storie nuove, più o meno conosciute, capolavori della letteratura mondiale che aspettano solo di essere lette e condivise. Con uno sguardo alla trama, analizzeremo i motivi per i quali quella determinata opera non può rimanere sconosciuta, rispondendo di volta in volta ad un quesito mai banale e mai univoco: “Perché leggere questo classico?“.

Annunci

2 thoughts on “Perché leggere i classici?

  1. Certe volte quando parlo con ragazzi che scrivono mi rendo conto che non conoscono niente delle letteratura classica nè italiana nè straniera e questo mi dispiace moltissimo. Alcune letture sono forzatamente fatte a scuola e questo è chiaro che le fa odiare. Ma di suo uno scrittore dovrebbe almeno andare a spulciare qualcosa del passato, almeno per curiosità. Quindi per me cresciuta con Mann, Hesse e Lawrence e Woolf, e tutti gli altri, è veramente strano poi confrontarsi con gente che nemmeno sa chi siano.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...